Alimentazione: Barilla, in Italia under 18 a rischio sovrappeso causa junk food
12/10/2017 - 19:14

Forum Internazionale tornera' a Milano il 4 e 5 dicembre (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Milano, 12 ott - Gli italiani non sono solo longevi, ma anche una delle popolazioni con 'l'aspettativa di vita sana' piu' alta al mondo. Secondo il Food Sustainability Index (Fsi), solo Giappone (74,9 anni) e Corea del Sud (73,2 anni) hanno fatto meglio del nostro Paese (72,8 anni come Israele). Eppure e' allerta, in Italia, per la 'generazione Z', quella degli under 18, tra i quali 1 su 4 e' in sovrappeso o obeso. Le cause sono l'allontanamento progressivo dalla dieta mediterranea e una diffusione sempre maggiore del junk food. L'Index, a conferma di questa tendenza, fotografa una presenza rilevante di Fast Food in Italia - si stima siano 1 ogni 90mila abitanti - un parametro che aiuta a individuare la diffusione di diete poco salutari sul territorio. In questo ambito, l'Italia si pone a meta' della classifica del FSI, anche se meglio posizionata rispetto a Paesi come USA, UK e Francia. Se incrociamo questi dati con la scarsa propensione degli italiani per l'attivita' fisica ecco che appaiono evidenti possibili ricadute in termini di incidenza di malattie come diabete (ne soffrono circa il 5,4% dei nostri connazionali), patologie cardiache (una delle principali cause di morte al mondo con 20 milioni di decessi nel 2015) e patologie croniche (che determinano il 60% dei decessi a livello globale). Insomma, e' urgente rivedere il nostro modo di mangiare ma anche il sistema alimentare nel suo complesso, magari tornando proprio a sposare la Dieta Mediterranea o comunque a scegliere diete sostenibili. Sono questi i dati diffusi - a poche ore dal 16 ottobre, Giornata Mondiale dell'Alimentazione - dal Barilla Center for Food & Nutrition (Bcfn), durante la presentazione dell'ottavo Forum Internazionale su Alimentazione e Nutrizione, che Bcfn organizza a Milano il 4 e 5 dicembre.

Com-Tmm

(RADIOCOR) 12-10-17 19:14:38 (0677)FOOD 5 NNNN