### Sanita': inquinamento aria costa 1.700 mld dlr l'anno a Paesi Ocse FOCUS
21/05/2014 - 19:22

3,5 mln decessi al mondo ogni anno.Per Cina impatto 1400mld. (Il Sole 24 Ore Radiocor) - Milano, 21 mag - L'inquinamento atmosferico costa ogni anno 1.700 miliardi di dollari ai Paesi industrializzati in termini di impatto sulla salute, ovvero decessi e malattie, e nei Paesi emergenti le ricadute sono ancora piu' pesanti. E' l'allarme lanciato dall'Ocse in un rapporto in cui sottolinea che il costo e' destinato salire se i Governi non agiranno per limitare le emissioni dei veicoli di trasporto, responsabili di circa meta' dei danni. L'Ocse calcola che ogni anno 3,5 milioni di persone muoiono nel mondo a causa dell'inquinamento atmosferico. Nell'area Ocse si e' registrato un calo dei decessi, ma un aumento dei costi. Nell'insieme dei 34 Paesi aderenti il numero delle morti e' sceso in un quinquennio da quasi 500mila a 478 mila, con costi in aumento a 1.570 miliardi da 1.470 miliardi, cui vanno aggiunti i costi legati alle malattie causate dall'inquinamento. In Italia il calo e' stato da 36.314 morti l'anno del 2005 ai 34.143 del 2010, con un costo di 102,3 miliardi contro 103,7 miliardi. Elevatissimo il pedaggio pagato all'inquinamento dell'aria dalla Cina, con costi per la salute stimati a 1.400 miliardi di dollari l'anno e un aumento della mortalita' del 4% a 1,27 milioni e dall'India, con 500 miliardi e un incremento dei decessi del 12% a 692mila. L'inquinamento dell'aria e' diventato la prima causa ambientale di morte e in molti Paesi ci sono piu' decessi per cancro ai polmoni e malattie cardiache che per incidenti stradali, sottolinea il rapporto presentato in occasione del Forum Internazionale del Trasporto a Lipsia. La prima raccomandazione dell'Ocse e' quella di abolire ogni incentivo all'acquisto di auto diesel rispetto ai veicoli a benzina. L'Organizzazione consiglia inoltre di mantenere una regolamentazione molto rigida in materia di standard ambientali per i veicoli e cita quella della Ue come esempio. Vanno poi ovviamente incrementati gli investimenti nei trasporti pubblici e si deve mitigarne l'effetto dell'inquinamento sui gruppi piu' vulnerabili, ovvero bambini e anziani.

gli-

(RADIOCOR) 21-05-14 19:22:44 (0537) 5 NNNN