Scenari e proposte di investimento - 2017
Scenari e proposte di investimento - 2017
24 Gennaio 2017
Si è svolto lo scorso 23 gennaio, nella consueta ed elegante cornice dell’Hotel Principe di Savoia di Milano, l’evento a porte chiuse dedicato ai clienti di Kairos.
 
Paolo Basilico, Fondatore e Amministratore Delegato del Gruppo, ha aperto l’incontro cercando di far luce sul contesto economico-politico attuale e indagare le cause scatenanti che ci hanno condotto verso questo scenario. “Il 2016 è stato un anno confuso e complicato ma non è stato dominato dall’imprevedibilità. Al contrario, è possibile delineare un «filo rosso» che, partendo dalla crisi del 2008, ci ha portato dove siamo oggi” ha sostenuto Basilico.  
 
Analizzando nello specifico gli ultimi otto anni, sono stati infatti ripercorsi i passi che - grazie a misure non convenzionali attuate per superare periodi di crisi - hanno avuto come conseguenza (tra le altre cose) l’inattesa elezione del nuovo Presidente degli Stati Uniti. Un fil rouge approfondito anche da Guido Brera, Responsabile delle Gestioni Collettive, e Fabio Bariletti, Chief Executive Officer della sede di Londra, che insieme hanno cercato di prevedere i nuovi sviluppi in serbo per il 2017: dalle scelte di investimento del team di gestione, che vedono presentarsi grandi occasioni dettate dalla ripresa e dai tassi in aumento, all’importanza sempre maggiore della tecnologia, perché “la domanda, oggi, non è più se le innovazioni tecnologiche influenzeranno il mondo finanziario, ma quando e come lo faranno” ha puntualizzato Bariletti.
 
L’anno nuovo, ad ogni modo, è caratterizzato da un trend positivo ed è credenza comune che porti verso un mercato in salita ricco di opportunità di crescita. Come ha sottolineato Massimo Trabattoni, Responsabile Azionario Italia, durante la tavola rotonda moderata da Andrea Cabrini, Direttore di Class CNBC, al fianco di Rocco Bove, Responsabile Obbligazionario, e Michele Gesualdi, Responsabile Gestioni Multimanager, “quest’anno è possibile tornare a guardare le aziende senza essere gravati da scadenze politiche o macrovariabili quali Brexit, il Referendum italiano o le elezioni americane, che hanno portato nell’ultimo anno a scontare un costo di assicurazione. Questo è un fattore decisamente importante perché crea maggiori prospettive di intervento e la possibilità di raggiungere risultati migliori”.
 
Le macrovariabili del 2016 sono state inoltre i temi maggiormente sviscerati durante il corso della serata da due importanti figure di spicco del contesto economico odierno: Alessandro Fugnoli, Strategist di Kairos, che ha proposto la sua chiave di lettura sulla “questione Trump”, e lo special guest della serata Lord Mervyn King, che ha saputo esporre un interessante punto di vista su Brexit, le politiche monetarie e le riflessioni che hanno portato il Regno Unito all’uscita dall’Eurozona.