Informativa sulla sostenibilità

Ambiente, società e governance sono i principi alla base di una gamma d’offerta ESG, che in generale si prefigge l’obiettivo di generare sviluppo e rendimenti durevoli nel tempo. In un contesto in cui un numero sempre maggiore di attori è coinvolto nelle tematiche ESG, è stato necessario, per le autorità europee di vigilanza, definire regole che garantiscano trasparenza al mercato.

Il 10 marzo 2021 è entrato in vigore il Regolamento Europeo 2019/2088, detto anche SFDR, ovvero “Sustainable Finance Disclosure Regulation”. Si tratta di una normativa volta a definire regole comuni sulla trasparenza su due fronti: il primo riguarda l’integrazione dei rischi e la considerazione degli effetti negativi per la sostenibilità nei processi di investimento delle società, mentre il secondo si applica alla comunicazione delle informazioni ESG relative ai prodotti finanziari.

L’obiettivo primario è evitare il problema del greenwashing lungo il percorso di transizione verso un sistema economico-finanziario più sostenibile e resiliente.

Rischio di sostenibilità e Policy ESG

Kairos ritiene che la gestione del rischio di sostenibilità permetterà in futuro di valorizzare gli emittenti meno esposti ad eventi che potrebbero ridurre significativamente il valore finanziario dell’investimento e si attende pertanto che le attività di valutazione e monitoraggio degli stessi rischi avranno un impatto positivo nel lungo termine sui rendimenti degli strumenti finanziari.

La SGR adotta delle linee guida che vengono generalmente previste nella gestione dei prodotti che, ai sensi dell’art. 8 del Regolamento (UE) 2019/2088 (Sustainable Finance Disclosure Regulation – “SFDR”), promuovono caratteristiche ambientali e sociali nell’attività di investimento, al fine di mitigare e monitorare i rischi di sostenibilità.

Le medesime linee guida sono inoltre rispettate nell’attività di monitoraggio e valutazione dei rischi di sostenibilità per i rimanenti prodotti e servizi offerti dalla SGR, compreso il servizio di Consulenza.

La descrizione dell’approccio adottato da Kairos in merito al rischio di sostenibilità è consultabile nella “Policy ESG”.

(ART. 3 REG UE 2019/2088)

POLICY ESG
Effetti negativi per la sostenibilità

Pur ritenendola una valutazione rilevante, allo stato attuale Kairos non prende in considerazione i principali effetti negativi (PAI – Principal Adverse Impact) delle decisioni di investimento sui fattori di sostenibilità per nessun prodotto e servizio in offerta, compreso il servizio di consulenza, in quanto non dispone di dati sufficienti né dal punto di vista quantitativo né qualitativo che possano permetterle di valutare adeguatamente il potenziale impatto negativo delle proprie decisioni di investimento sui fattori di sostenibilità, e ciò anche alla luce di un quadro normativo di riferimento in corso di definizione.

(ART.4 REG UE 2019/2088)

Politica di Remunerazione ed Incentivazione

Kairos adotta obiettivi specifici di carattere ESG coerenti con il proprio modello di business che integra nella propria strategia aziendale, promuovendo una gestione sana ed efficace del rischio nell’ambito dei rischi di sostenibilità anche attraverso un sistema di remunerazione che non incoraggia un’eccessiva assunzione di rischi ESG.
La descrizione dell’approccio adottato da Kairos in merito all’integrazione dei rischi di sostenibilità è consultabile nella “Sintesi della Politica di Remunerazione ed Incentivazione”.

(ART.5 REG UE 2019/2088)

IL NUOVO
MAGAZINE DIGITALE DI KAIROS
E’ ONLINE